Aceto di mele per dimagrire

In campo dietetico, sono molti gli alimenti che nel tempo hanno acquisito una rapida notorietà per poi piombare altrettanto rapidamente nell’oblio, ma se ce n’è uno che sopravvive al succedersi delle mode è l’aceto di mele.

 

Cos’è l’aceto di mele?

L’aceto è il prodotto di un processo chiamato fermentazione, per mezzo del quale gli zuccheri contenuti in una determinata sostanza organica vengono trasformati da batteri e lieviti. Nella prima fase della fermentazione, gli zuccheri vengono trasformati in alcool. Poi, l’alcool fermenta ulteriormente trasformandosi in aceto. L’elemento base dell’aceto di mele, come di qualunque altro aceto, è l’acido acetico, cui si aggiungono anche altri acidi, vitamine, sali minerali e aminoacidi. Rispetto all’aceto di vino l’aceto di mele è più delicato di sapore, meno aggressivo a livello gastrico e contiene solo 21 Kcal per 100 grammi.

 

L’aceto di mele come cura

Aceto di mele per dimagrire | Come-dimagrire-velocemente.net

Usato per secoli come medicamento popolare, l’aceto di mele acquisì una certa notorietà negli anni ’50 del Novecento, ma solo con la recente esplosione della medicina alternativa è divenuto davvero popolare come integratore naturale utile per dimagrire.

L’efficacia dell’aceto di mele per dimagrire è da relazionare principalmente al fatto che le mele sono una buona fonte di pectina, che è una sostanza capace di indurre un maggiore e prolungato senso di sazietà.

Secondo alcune indagini, parrebbe che assumere aceto di mele per dimagrire, in particolare prima e durante pasti ad alto contenuto proteico, dia benefici maggiori rispetto a quelli che si potrebbero ottenere consumando il semplice frutto. Questo in parte perché gli acidi contribuiscono alla digestione delle proteine, che sono alla base della produzione dell’ormone della crescita, che gioca un ruolo rilevante nel processo di scioglimento delle cellule grasse.

Inoltre, dal momento che l’aceto di mele stimola e accelera il processo digestivo, ne deriva anche che minore è il quantitativo di acidi grassi assimilabili dall’organismo.

Alcuni studi mostrano poi che l’aceto di mele contribuisce anche ad abbassare l’indice glicemico di un pasto; e un giusto equilibrio degli zuccheri nel sangue è un fattore chiave per chi cerca di dimagrire, dato che improvvisi sbalzi glicemici inducono a mangiare grandi quantità di cibo.

Oltre a ciò, l’aceto di mele facilita l’assimilazione del ferro, un minerale essenziale per portare ossigeno alle cellule, ovvero accelerare il metabolismo e favorire la propensione all’attività fisica.

L’aceto di mele è anche una fonte importante di potassio, altro minerale che, se assunto con regolarità, contrasta l’assimilazione del sodio, che è tra le sostanze che più ostacolano il dimagrimento.

 

Quale aceto di mele scegliere per dimagrire?

Assolutamente l’aceto di mele biologico non filtrato e non pastorizzato, poiché solo questo contiene per davvero le peculiarità utili per dimagrire.

 

Come usare l’aceto di mele per dimagrire?

Basta aggiungere due cucchiaini di aceto di mele in un bicchiere d’acqua da bere a digiuno prima di pranzo e cena. Meglio se questi pasti sono ad alto contenuto proteico. L’aceto di mele è ottimo anche come condimento per insalata, verdure e carni.

 

Avvertenze

L’aceto di mele è sconsigliato a chi soffre di ulcera o esofagite. È bene che le donne in gravidanza e chi ha problemi di diabete o pressione arteriosa consultino il proprio medico prima di assumere aceto di mele per dimagrire.