Camminare per dimagrire

Camminare per dimagrire è a tutt’oggi un esercizio fisico molto sottovalutato, ma questo semplice atto ripetitivo di mettere un piede di fronte all’altro può radicalmente trasformare la figura di chi vede nell’esercizio fisico il più grande scoglio verso un corpo sano e snello.

Alcuni, soprattutto chi è obeso, si sentono intimiditi dall’esercizio fisico perché temono di farsi male oppure perché non sopportano il bruciore muscolare, l’affanno e il sudore dovuti a uno sforzo intenso e altri sono oberati da troppi impegni che li privano del tempo necessario per praticare una sana attività fisica che li possa aiutare a dimagrire velocemente. Sono questi i legacci che più spesso trasformano un buon piano di dimagrimento nell’ennesimo deprimente insuccesso. Per tagliare definitivamente questi legacci ecco quindi venirci in soccorso l’esercizio fisico più semplice e naturale che esista: il camminare.

 

Camminare per dimagrire (e non solo)

Gli esperti affermano che compiere 10 mila passi al giorno, oltre a quelli che normalmente si compiono, apporta tutta una serie di benefici fisici, tra i quali figurano, oltre alla possibilità di dimagrire, un calo della pressione sanguign e dello stress, un ridotto rischio di infarto e, nel caso delle donne, perfino una ridotta probabilità di contrarre il cancro al seno.

 

Come camminare per dimagrire

Compiere 10 mila passi al giorno vi sembra forse eccessivo? Ebbene, vediamo di mettere le cose nella giusta prospettiva: 10 mila passi al giorno equivalgono grossomodo a 8 km, ovvero a un’ora di camminata a passo veloce. Un’ora passata a camminare per dimagrire vi sembra ancora troppo? Provate a suddividere il tutto in più sessioni: tre giretti di 20 minuti; due passeggiate di 30 minuti, una col fresco mattutino prima di fare colazione e una la sera dopo aver cenato; o, se preferite, potete fare quattro passi di 5 minuti ogni ora per sgranchirvi le gambe.

Quale che sia la vostra scelta, camminare fa dimagrire davvero. Infatti, in un’ora di camminata si riescono a bruciare dalle 300 alle 500 Kcal. Il che, quando associata a una dieta sana ed equilibrata che tenga conto del giusto apporto calorico necessario al vostro corpo, può dare risultati strabilianti.

All’inizio non preoccupatevi se vi accorgete di non essere in grado di fare 10 mila passi in un’ora. Quello è il traguardo finale. Non importa se ci mettete 30 minuti per fare 2 mila passi. Quel che conta è che facciate sempre i vostri 10 mila passi al giorno, cercando di impegnarvi ogni volta di più senza volere strafare. Il resto verrà da sé prima di quanto immaginiate e, magari, sarà il trampolino per passare a qualcosa di più intenso del camminare per dimagrire.

Camminare per dimagrire - contapassi | Come-dimagrire-velocemente.netPer essere sempre aggiornati sul numero di passi che avete compiuto durante il giorno vi serve un semplice strumento chiamato contapassi (o pedometro). Di contapassi se ne trovano di ogni sorta e dotati delle più svariate funzioni. I contapassi economici non costano più di 10 euro e l’unica funzione di cui sono dotati è quella che gli dà il nome: contare i passi. Tra i 10 e i 30 euro si trovano pedometri più sofisticati, i quali, dopo l’inserimento preliminare di alcuni dati, possono mostrare sul display anche il numero di metri percorsi, la quantità di calorie consumate, il tempo di percorrenza e altro ancora. Anche alcuni orologi presentano una funzione contapassi. Se invece avete uno smartphone non vi resta che scaricare da Internet una delle tante app gratuite che vi consentiranno di utilizzare il vostro smartphone proprio come se fosse un contapassi. Ce ne sono tante anche in italiano e soprattutto per Android.

Per ottenere i massimi risultati di dimagrimento grazie al semplice camminare è necessario esercitare il giusto grado di intensità. In breve, se mentre camminate non avete fiato neanche per dire un misero ciao a un amico, rallentate. Per contro, se riuscite anche a intonare la vostra canzone preferita o a fischiettare, allora ve la state prendendo troppo comoda. Entrando nello specifico, ecco cosa potete fare per rendere il vostro camminare per dimagrire molto più efficace:

  • COMINCIATE PIANO: i muscoli vanno riscaldati con un’andatura iniziale molto tranquilla per 5 minuti. Questo non tanto per evitare il rischio di infortuni (che è praticamente nullo quando si cammina) ma per far sì che l’organismo capisca che ha davanti a sé un’attività di lunga durata per la quale dovrà intaccare le sue riserve di grasso e non solo quelle di zuccheri.
  • AFFRETTATE IL PASSO: aumentando il numero di passi al minuto non soltanto camminerete più veloci, ma aumenterete anche il vostro battito cardiaco senza per questo rischiare di infortunarvi come può accadere nella corsa.
  • FATE FINTA DI ESSERE SU UNA FUNE: a differenza della gente comune, le modelle da passerella mettono un piede esattamente davanti all’altro quando camminano. Imitando il loro “incrocio” solleciterete un numero maggiore di muscoli.
  • MUOVETE LE BRACCIA: piegate le braccia ad angolo retto e muovetele avanti e indietro un po’ più del solito mentre camminate. Anche questo sistema aumenterà il numero di muscoli coinvolti e quindi il dispendio calorico.
  • SU E GIÙ PER I DOSSI: camminare su di un piano inclinato è il miglior modo per rendere più intenso l’esercizio. Salire su per una collina aumenterà drasticamente il consumo calorico provocato dalla vostra camminata e lo stesso discorso vale anche quando si cammina in discesa poiché il corpo dovrà consumare una quantità maggiore di calorie per opporre resistenza alla sua naturale tendenza ad accelerare l’andatura in discesa. Il dispendio calorico risulterà ancora maggiore se camminerete sulla terra anziché su una superficie artificiale e solida come l’asfalto o il cemento.
  • USATE DEI PESI: camminare con due borse della spesa o due pesi ai polsi o alle caviglie pesanti ciascuno non più del 10% del vostro peso aumenterà il dispendio calorico dell’esercizio almeno di un buon 15%.