Correre per dimagrire

Molta gente va a correre per dimagrire da anni per il semplice fatto che correre fa dimagrire sul serio. Non è un caso se gli atleti che corrono le gare di fondo e le maratone hanno tutti un fisico magro. Anche se le diete che seguono hanno una parte del merito, la ragione principale per cui riescono a mantenere un fisico tanto magro è la corsa.

Facendo jogging si riescono a bruciare calorie molto velocemente. Mentre correte, il vostro corpo converte in energia il cibo che avete mangiato prima, ma via via che continuate a correre quella fonte di energia si esaurisce e il vostro corpo passa a bruciare il grasso corporeo per creare l’energia di cui avete bisogno per continuare a correre.

Più correte, più grasso riuscite a bruciare, soprattutto se correte a digiuno. Se lo farete con regolarità, a lungo andare finirete per bruciare una gran quantità di grasso corporeo e riuscirete nel vostro obiettivo di vedervi dimagrire con la corsa.

Insomma, chi vuole correre per dimagrire fa una buona scelta, ma per chi è piuttosto sovrappeso o non l’ha mai fatto prima il jogging può rivelarsi un’attività fisica molto difficile da svolgere. La maggior parte delle persone rimane delusa e smette di fare jogging non appena scopre di rimanere senza fiato già dopo poco più di un misero minuto di corsa. Un fatto che può risultare umiliante quando si fa jogging in pubblico e ci si vede sorpassati in scioltezza dagli altri ancora freschi come una rosa.

Tali frustrazioni si possono facilmente evitare cominciando ad allenarsi lontano dallo sguardo altrui, magari su un tapis roulant. Passate i primi giorni a correre solo per brevi distanze, lavorando sul perfezionamento della respirazione e sulle tecniche di corsa e, nel tempo, aumentate la distanza da percorrere gradualmente.

Correre per dimagrire - Jogging in coppia | Come-dimagrire-velocemente.net

Esistono molte tecniche per aumentare la distanza percorribile. Il sistema più comune consiste nel combinare la corsa vera e propria alla camminata. Se non riuscite a correre, ad esempio, 1.000 m senza rimanere a corto di fiato, correte finché potete e poi, senza esitare, proseguite camminando fino al raggiungimento del traguardo. Ripetete l’azione almeno quattro volte per allenamento nel corso della prima settimana di jogging, ricordando di allenarvi sempre 3-4 volte a settimana.

Nelle settimane successive continuate a ripetere l’esercizio quattro volte per allenamento, ma questa volta incrementando ogni settimana  la distanza da fare di corsa e riducendo parallelamente la distanza da percorrere camminando.

Dopo qualche settimana riuscirete a percorrere facilmente l’intera distanza senza tanti affanni e, a quel punto, potrete passare a correre una distanza ben più lunga di 1.000 m seguendo lo stesso procedimento finché non vi sentirete pronti per correre in pubblico senza più la paura di sfigurare nel confronto con gli altri. L’obiettivo finale sarà quello di poter percorrere di corsa 10 km in un’ora.

Infine, va ricordato che non basta correre  per dimagrire: la corsa, come qualsiasi altra attività fisica va affiancata a un regime alimentare sano ed equilibrato. Evitate cibi dall’elevato contenuto calorico e ricordate di bere molta acqua per sopperire ai liquidi e sali minerali persi con la sudorazione.